La Raggi non va criticata per le note vicende giudiziarie – ancora tutte da verificare – ma per la manifesta incapacità a governare Roma.

I giornali di ogni schieramento, fatta eccezione per il Fatto Quotidiano, attaccano la Raggi sulle vicende giudiziarie che la riguardano lasciando perdere quella che invece è la questione più importante, e cioè che in sette mesi non ha fatto assolutamente nulla per Roma. L’unica cosa positiva, che Travaglio non perde occasione di rimarcare, è l’approvazione del bilancio preventivo. Un po’ poco per la capitale d’Italia che per tutto il resto è rimasta quella città devastata da anni e anni di cattiva amministrazione che il M5S aveva promesso di sanare in tempi brevissimi.

Questo è il punto vero e non le beghe giudiziarie della Raggi. E’ la manifesta incapacità a governare una città come Roma che deve far riflettere chi ha eletto la Raggi per risolvere il problema romano. Che poi mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli elettori grillini del fatto che la Raggi non risponda ai sui elettori ma unicamente a Grillo e alla Casaleggio Associati. Hanno eletto la Raggi o la Casaleggio Associati?

E c’è un’altra domanda che gli elettori italiani non ideologicamente schierati che pensano di votare il M5S si devono porre: se non riescono a fare nulla per Roma come possono pensare di farlo per l’Italia? Non voglio girare il coltello nella ferita della onestà, bastano i fatti che stanno accadendo per demolire questa supposta superiorità morale del M5S, voglio battere il tasto sulla capacità di governare. E’ molto bello che il M5S dia lavoro e persino che candidi a premier disoccupati che fino a ieri non avevano fatto nulla nella loro vita, ma la bellezza si ferma li. Non puoi mettere un incompetente al Governo del Paese. E poi che fa? Fa come la Raggi che rende conto a Grillo e alla Casaleggio Associati invece di rendere conto agli italiani? Mi sembra un tantino rischiosetta la cosa.

Guardate Roma e cosa sta facendo la Raggi invece di guardare alle sue beghe giudiziarie. E’ l’unico modo per vedere il futuro che ci aspetta con un Governo a cinque stelle.

Comments are closed.