Come si fa a non odiare Israele? Un paese che ha avuto l’ardire di opporsi alla distruzione che i pacifici arabi avevano previsto per lui sin dal giorno dopo la sua nascita. E’ uno scandalo ignobile che gli israeliani si siano difesi.

Come si fa a non odiare Israele? Un paese che ha messo la democrazia sopra a tutto mentre tutto intorno è un fiorire di magnifici regimi islamici, immani stragi e distruzione. E loro niente, vanno avanti con la loro democrazia, il loro sviluppo, la loro ricerca che ha addirittura la sfrontatezza di essere la più avanzata al mondo e di portare benefici a tutta l’umanità. Come si permettono questi israeliani di svilupparsi mentre tutto intorno al massimo possono condurre ricerche sull’urina dei cammelli?

Come si fa a non odiare Israele? Un paese dove gli arabi possono respirare democrazia, dove possono dire quello che vogliono, persino augurarsi la distruzione della loro stessa nazione e addirittura farlo dagli scranni del Parlamento. Un paese dove gli omosessuali possono godere di tutti i Diritti e che addirittura accoglie gli omosessuali arabi in fuga dalla morte garantita nell’islam. Ma come si permettono gli israeliani di salvarli dal cappio al collo? Come si permettono di far respirare agli arabi l’aria di democrazia? Li confondono poverini.

Come si fa a non odiare Israele? Un paese che nonostante sia circondato da nemici che ne vogliono l’annientamento vive la sua vita quotidiana senza curarsi degli odiatori.

Come si fa a non odiare Israele? Un paese che tutti gli imbecilli del mondo odiano ma nessuno alla fine sa dire perché. Lo odiano e basta. E se lo odiano tutti gli imbecilli un motivo ci dovrà pur essere.

Come si fa a non odiare Israele? Un paese che ha avuto l’ardire di mettere la sicurezza dei sui cittadini al primo posto delle priorità e che non lesina sforzi per questo. Ma si può fare una cosa così disgustosa? Addirittura creare l’esercito più forte al mondo proprio per difendere i suoi cittadini. Inconcepibile.

Certo che gli odiatori ne hanno di motivi validi per odiare Israele e gli israeliani. E’ praticamente impossibile non odiare l’unica democrazia in un Medio Oriente costellato di regimi e monarchie islamiche, un Paese dove il cittadino, a prescindere dal credo o dalla razza, viene considerato un bene e non un peso.

E scusate se in chiusura come esempio di vera intelligenza voglio ricordare quei furbacchioni che al Pride di Torino hanno tirato fuori uno striscione contro Israele. Fate bene voi gay a contestare l’unico Paese in Medio Oriente dove chi è gay può essere se stesso. Meglio andare in uno di quei simpatici paesi arabi dove vogliono così bene agli omosessuali da elevarli in alto, con le gru e appesi per il collo.

Comments are closed.