Volete che il M5S governi questo Paese? Bene, allora dovete sapere alcune cosucce che il partito di Grillo intende fare, dovete sapere quali sono i punti di riferimento della politica grillina e, soprattutto, dovete seguire con attenzione tutte le dichiarazione passate, presenti e future dei loro maggiori rappresentanti.

Partiamo dalla politica estera sulla quale proprio ieri i grillini si sono espressi usando la Piattaforma Rousseau che, ribadiamo, nessuno sa come funzioni né quali garanzie ci siano che i voti espressi online non vengano taroccati a seconda dei tornaconto dei due padroni del M5S, Grillo e Casaleggio.

La linea guida del M5S in politica estera ha nomi e cognomi ben definiti. I grillini sono letteralmente affascinati da Putin, da Nicolas Maduro, da Bashar Assad e dal regime iraniano. Non si tratta di una sbornia del momento, sono anni che dimostrano il loro apprezzamento nei confronti di questi dittatori e di questi regimi autoritari. Non è un caso quindi che nella votazione di ieri i grillini abbiano scelto di mettere in discussione l’Alleanza Atlantica e i trattati di commercio internazionale. Sono tutti elementi che infastidiscono Putin con il quale hanno una alleanza organica.

Oggi c’è un bel articolo di Ilario Lombardo su La Stampa che spiega con dovizia di particolari quali sono e dove portano le decisioni degli adepti di Grillo e Casaleggio. Gli alleati di Putin non si sono fatti mancare nulla pur di apparire fedeli allo Zar e alle sue distruttive linee nei confronti di Europa e NATO, cioè di quei due organismi che sebbene imperfetti ci hanno garantito decenni e decenni di pace e di prosperità. Loro, pur di fare un favore a Putin, intendono smantellarli.

E’ come avere una propaggine di Russia Unita direttamente nel Parlamento italiano. E dubito molto che questo possa contribuire al bene dell’Italia.

E vogliamo parlare della smisurata ammirazione che il M5S ha dimostrato per il rais venezuelano, Nicolas Maduro? Non è bastato che Maduro e prima di lui Hugo Chavez, abbiano ridotto il Venezuela sul lastrico nonostante le smisurate ricchezze, non sono bastate le tante violazioni dei Diritti Umani e civili viste in Venezuela, per il M5S Nicola Maduro e Hugo Chavez sono eroi da copiare in tutto e per tutto. Ve la immaginate l’Italia con una politica di tipo venezuelano?

E di Assad ne vogliamo parlare? Vogliamo parlare di quanto il M5S ammiri il sanguinario dittatore siriano e con lui i suoi alleati iraniani? E bene che gli italiani siano consapevoli di questo perché è la dimostrazione lampante di quanto i grillini amino le dittature, forse perché loro stessi fanno parte di un sistema che assomiglia moltissimo a una dittatura dell’uomo forte. Non solo, la palese vicinanza al regime iraniano dimostra che il M5S non è affatto intenzionato a combattere l’estremismo islamico visto che quel regime ne è la rappresentazione più eclatante.

Ricapitolando, il M5S è il rappresentante di Putin al Parlamento italiano, sono sostenitori di una politica economica di tipo venezuelano, amano e ammirano dittatori come Assad e regimi islamici come quello iraniano. Serve altro per capirne la pericolosità?

Comments are closed.