Grillo ha una paura fottuta di Renzi e lo dimostra con il ridicolo appello lanciato dal suo blog all’indirizzo dell’ex premier dove gli chiede di farsi da parte. Quel 40% e passa di elettori che Renzi può vantare spaventa il comico pregiudicato a tal punto da farlo svalvolare più del solito nel bizzarro tentativo di distrarre l’attenzione dell’opinione pubblica dai problemi del M5S. Ma soprattutto Grillo vede in Renzi il vero muro da superare per prendere il potere, prendere il potere non governare.

Grillo non è interessato a governare. I pentagrillini non sanno governare, la Raggi a Roma ne è l’esempio più eclatante (ma in ogni amministrazione in mano al M5S ci sono problemi). Quello che interessa veramente a Grillo e Casaleggio è prendere il potere, imporre la loro ideologia a tinte fortemente rossobrune dove non esiste un vero programma se non qualche idea raccattata dai peggiori regimi sudamericani. Non hanno una linea politica semplicemente perché non gliene importa nulla di averne. Non gli serve. Un linea politica serve solo se poi devi fare un programma di governo, se devi fissare degli obiettivi da raggiungere per governare il Paese al meglio. Ma come detto Grillo e Casaleggio non sono interessati.

La vicenda del contratto fatto firmare alla Raggi la dice parecchio lunga sull’idea di democrazia e di Diritto che hanno Grillo e Casaleggio. E’ evidente il totale disprezzo della volontà del popolo romano che ha votato per essere governato dalla Raggi e non per essere sottomesso ai voleri e agli interessi di un comico e di una SRL. Pensate se invece di governare una sola città prendessero il potere nel Paese e lo esercitassero con questi metodi. Una intera nazione sottomessa agli interessi di due figuri tutt’altro che limpidi.

Riflessione inviata da Mauro P. via “contattaci

Comments are closed.