Anche quest’anno alla manifestazione del 25 aprile dovremo sopportare l’onta di vedere le bandiere palestinesi, alleati dei nazisti, sfilare alla manifestazione che ricorda la liberazione dell’Italia dal giogo nazi-fascista.

A parte che si capisce poco cosa diavolo c’entrino i palestinesi con la liberazione del nostro Paese, ma permettere a chi era alleato dei nazisti di sfilare sventolando il vessillo palestinese è un vero (e incredibile) controsenso. E’ come se si permettesse di sventolare la bandiera nazista.

Ma la cosa davvero più incredibile è che a permettere tutto ciò è l’ANPI, l’associazione nazionale partigiani, che evidentemente ha perso il senso della cognizione e non riesce più a individuare chi erano i nemici che i partigiani (quelli veri) combattevano.

Basta dare una scorsa alla lista delle sigle che parteciperanno alle commemorazioni del 25 aprile a Roma per capire l’eutanasia che sta facendo l’ANPI:

[box]Forum Palestina, Comitato “Con la Palestina nel Cuore”, Fronte Palestina, Comitato “Per Non Dimenticare Sabra e Chatila”, Comitato “Per Non Dimenticare il Diritto al Ritorno”, Comunità palestinese di Roma e del Lazio, Associazione palestinesi in Italia, Amici della Mezzaluna Rossa palestinese, Rete dei Comunisti, Rete Romana di Solidarietà con il Popolo Palestinese, JVP Sri Lanka, “No War” Roma, Ecomapuche, ISM Italia, Unione Sindacale di Base (USB), EUROSTOP, PCL, Spazio sociale “Roberto Scialabba”, P.C.I., CIRC Internazionale, FGCI.[/box]

In compenso e proprio a causa della partecipazione palestinese alle commemorazioni del 25 aprile, sempre a Roma non sfilerà la Brigata Ebraica che così eroicamente combatté i nazisti e i loro alleati arabi. Lo ha annunciato la comunità ebraica per messo di Ruth Dureghello

[box type=”tick”]Con l’avvicinarsi del 25 aprile mi sembra corretto informarvi su ciò che stiamo pensando di fare. Nonostante le loro richieste, non parteciperemo a corteo Anpi. La bandiera della Brigata Ebraica non può sventolare insieme alle bandiere palestinesi alleate con Hitler. Per questo la Comunità Ebraica di Roma, insieme all’Ucei ha scelto di essere di fronte al Tempio di Via Balbo, allora sede della Brigata Ebraica per ricordare insieme alle autorità civili e cittadine il 25 aprile. Sarà una manifestazione volutamente aperta a tutti e legata al ricordo della Brigata per ristabilire il senso di storia e giustizia che in questi anni è mancato. Appena possibile vi forniremo ulteriori dettagli[/box]

Come vedete una doppia onta che avviene con il patrocinio dell’ANPI, non solo sfileranno gli alleati di Hitler, ma non sfileranno coloro che lo hanno combattuto e hanno contribuito a liberare il nostro Paese dalla dittatura nazi-fascista. Davvero paradossale e vergognoso.

Comments are closed.